Il caffè delle diaspore

Il caffè delle diaspore

mercoledì 25 maggio 2016

Ivana Marija Vidovic and Diana Hilje celebrating Rugjer Boskovic



Molto bello l'incontro che si è tenuto lo scorso 17 Maggio a Milano in Via Brera 28.
Il titolo era: "Ragusa - Dubrovnik sotto alla Madonnina"
L'evento è stato promosso dal Sig. Cristiano Pambianchi e Hefti edizioni
Sono intervenuti Slobodan Prosperov, Snjezana Hefti, Elio Antonello e Silvio Ziliotto.
Dopo l'incontro c'è stato un momento musicale con il mezzo soprano Diana Hilje del Teatro Nazionale croato di Zagabria e la pianista Ivana Maria Vidovic che hanno eseguito musiche di Elena e Luka Sorkocevic.
Tema centrale dell'evento il ricordo di Ruggiero Giuseppe Boscovich
Teniamo a precisare che per quanto riguarda la paternità serba che avevamo precedentemente attribuito a Ruggiero Giuseppe Boskovic, avevamo fatto riferimento al link di Wikipedia. Ora che il link è stato corretto, anche noi abbiamo tolto la nostra frase. Rimane il fatto che il padre del sig. Ruggiero Giuseppe Boskovic è nato in Orahov Do, nell'attuale Erzegovina e non c'è in tutto il web una sola frase che escluda che sia serbo.
Inoltre non ci interessa la paternità del sig Boskovic quanto la sua figura poichè è un dalmata che ha vissuto in diaspora proprio come molti della nostra crew; ecco perchè abbiamo intitolato "Il caffè delle diaspore"
E' stata anche inaugurata una statua dedicata a Boskovic a Milano erroneamente definita "Per essere eterno simbolo della Croazia" cioè una cosa che nasce bene 200 anni dopo la sua morte

Ora vi elenchiamo i link che vi illustrano la serata e le persone protagoniste dell'evento.

Tutti i dettagli su www.croatia.org

Locandina dell'evento

Ragusa/Dubrovnik sotto la Madonnina

Le foto di Mia Njavro su DULIST. 19/05/2016

Duo VOX RAGUSEI u poznatoj Breri

L'evento in Face book

La celestiale musica di Ivana Marija Vidovic

Ivana Marija Vidovic to perform in Turin

La meravigliosa voce di Diana Hilje

Ruđer Bošković dobiva spomenik u Milanu

Milanska Brera u dubrovačkom ruhu

Slobodan Prosperov Novak

Elio Antonello

Finestre balcaniche - Silvio Ziliotto

Institut Ruder Boskovic

Ruggiero Giuseppe Boscovich

Il post dell'Enciclopedia Treccani

Tirena, comedia Marina Darxichia

Biblioteca Nazionale Braidense

Evento pubblicizzato da DGBIC

Zagreb i Ministarstvo kulture koče Boškovićev spomenik u Milanu

Jutarnji Kultura

KONAČNO RASPLET PRIČE Ruđer Bošković dobit će spomenik u Milanu

La comunità croata di Milano

Album fotografico su Picasa web

www.bobobo.it

Rovigno e l'Istituto Rudjer Boskovic

Žao mi je što se Juga raspala, bili bismo najveća sila

Zagreb i Ministarstvo Kulture koce Boskovicev spomenik u Milanu a pag. 20 e pag. 21, mentre alle pagine 10 e 11 c'è un interessante servizio sulla Macedonia (grazie croati che anche voi la chiamate col suo vero nome)

Sull'inserto num.94 anno 11 della Voce del popolo - Dalmazia, presente on line in versione pdf trovate l'articolo di Ilaria Rocchi intitolato: "Riportiamo i resti di Boskovich nella sua patria" . Nella foto il Sig. Pambianchi Cristiano è posizionato sopra il piedistallo in granito che avrebbe dovuto ospitare Boskovich

Per le ricerche storiche si può far riferimento a un torinese morto a Zara nel 1837: Francesco Maria Appendini

Nel libro Storia e letteratura de' ragusei  di Appendini si sottolinea l'origine slava dei ragusani che conferma l'unità tra i serbi e i croati. Il libro si intitola "Notizie istorico critiche sulle antichità, storia e letteratura de' Ragusei" (Dubrovnik 1802/1803)

Catalogo delle opere a stampa di Ruggiero Giuseppe Boscovich

Poeti dalmati

Un incontro di pace che ricorda i bei tempi prima della balcanizzazione in cui si viveva tutti in pace. Dedichiamoci questa canzone qui

Non perdetevi il nostro post del 2008: TRIP TO DUBROVNIK e nemmeno le altre mete croate: CROAZIA U SRCU MOM

P.S. e N.B. Tutti i contenuti di questo post sono di dominio pubblico e tratti dal web per cui ci rifiutiamo di ricevere mail ridicole in cui si parla di "diritti riservati" e di azioni legali. Sarebbe stato grave se ci fossimo attribuiti la paternità dell'evento, invece abbiamo scritto e ribadiamo che l'evento è promosso dal Sig. Cristiano Pambianchi e da Hefti edizioni e non ci siamo permessi nemmeno di pubblicare una loro foto. Mentre un evento pubblico che troviamo su decine di network è un fatto lecito di discorso su un blog che tratta di cultura e tradizioni di paesi che vanno dalla Slovenia alla Grecia con le relative e numerose  diaspore. Non abbiamo mai scritto di essere stati invitati alla serata, ne di avere avuto comunicati stampa, infatti il nostro post è seguente alla riunione pubblica e riguarda solo cio' che è stato pubblicato dagli organizzatori, quindi nulla di privato. A seguito di una mail incomprensibile del Sig.Pambianchi non riusciamo a capire cosa vuol dire che a Dubrovnik era proibito ai serbi anche solo dormire. Cio' sarebbe un grave fatto di razzismo. Ringraziamo il Sig. Pambianchi per la sua attenzione, ma lo preghiamo di valutare la sua azione anche perchè ovunque si parla di volontariato il tempo è contato e da perdere non ce n'è, comunque troveremo sempre un po' di tempo per parlare con lui di Balcani davanti a un buon cafè turco.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.